torrefazionetorrefazione

L’uso di caffè in capsule, cialde o moka, dipende in tutto e per tutto dal vero e proprio stile di vita di una persona. Questi tre diversi modi di acquistare il caffè in realtà appartengono a varie filosofie, che cambiano in base a chi preferisce prepararlo molto velocemente, a chi invece ama riempire con delicatezza la moka, insomma per ogni tipologia di persona pare ce ne sia una di caffè.

Le capsule e le cialde si differenziano per i materiali adoperati, prima le differenze erano anche nella questione dello smaltimento delle une e delle altre mentre ultimamente si è giunti ad avere capsule fatte con plastica biodegradabile, riciclabile quindi direttamente nell’umido. Per le cialde la questione è molto semplice: la polvere di caffè è solo pressata tra due fogli di carta, quindi le cialde usate si possono molto facilmente differenziare nell’umido o nel compostabile. Le capsule compostabili inoltre possono essere in questo senso una buona soluzione a livello ambientale.

Oltre alla questione ambientale però, il caffè viene scelto in base ai gusti, una miscela rappresenta la risposta ad un particolare desiderio. Bisogna sfatare il mito che in un modo si ottenga caffè migliore rispetto ad un altro, in quanto è comprovato che il caffè in cialde ed in capsule è altrettanto buono e di ottima qualità grazie anche alla crescita del mercato e dello sviluppo odierno delle aziende del settore a livello tecnologico.

La moka poi rappresenta uno stile di vita vero e proprio, è simbolo di una passione che passa dal profumo per arrivare sino al gusto e all’aroma, un insieme sensoriale di grande straordinarietà. Preparare il caffè con la moka è infatti un vero e proprio rituale, con dei passaggi quasi cerimoniali incomparabili ad altri, che sembrano un tributo verso la natura che ha creato dei chicchi di tale bontà e sapore.

Condividi su: